Caffè verde, ne avete mai sentito parlare?

I chicchi di caffè verde (green coffee) non sono altro che chicchi di caffè non ancora tostati. Il processo di tostatura riduce la quantità di acido clorogenico, pertanto i chicchi di caffè verde hanno un maggior livello di acido clorogenico rispetto a quelli normali tostati. Secondo uno studio dell' American Jurnal of Clinical Nutrition, l’acido clorogenico nel caffè verde presenta numerosi benefici per la salute, le malattie cardiache, il diabete, la perdita di peso. Il caffè verde è diventato popolare dopo essere stato menzionato nella trasmissione televisiva del Dr. Oz nel 2012.

Benefici: come funzionano i chicchi di caffè verde?

In base a quanto condiviso dagli esperti, questo tipo di caffè ha un alto contenuto di acido clorogenico (fino al 10% per tazzina), che è in grado di ridurre l’assorbimento di zuccheri da parte dell’intestino e di conseguenza di velocizzare il metabolismo. In particolare, avrebbe il potere di accelerare il processo di bruciare i grassi, per questo motivo è considerato da molti ideale in una dieta dimagrante.

Tuttavia, va specificato che finora la ricerca è preliminare e non ci sono prove tangibili; inoltre non ci sono prove sufficienti sulla sua efficacia relativamente a: morbo di Alzheimer, diabete di tipo 2 e infezioni.

Sono necessarie ulteriori ricerche per confermare l’effetto del caffè verde in tutte queste situazioni.

Il chicco di caffè verde contiene polifenoli, che hanno proprietà antiossidanti e anti-infiammatorie, che come noto aiutano il corpo a neutralizzare i radicali liberi dannosi e ad abbassare la pressione sanguigna, proprio come le bacche di goji. Il suo estratto ha un basso contenuto di caffeina dunque non è uno stimolante e può esser assunto in dosi maggiori rispetto al caffè tradizionale. Bevendo caffè verde non si ha il picco di caffeina dopo 30-40 minuti, come avviene invece con il caffè cotto tostato.

L’acido clorogenico che contiene aiuta, secondo gli esperti, a riequilibrare la glicemia nel sangue, nonché ad accelerare il metabolismo bruciando più grassi. In questo modo, assumendolo si andrebbe ad ostacolare l’aumento di peso. Si sottolinea però che quando si tratta di perdere peso, una corretta dieta ipocalorica e un giusto esercizio fisico sono di fondamentale importanza: solo il caffè verde non basta, chiaramente, a raggiungere il desiderato obiettivo peso-forma.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Il caffè verde è in generale un alimento ben tollerato e non presenta particolari controindicazioni se non una ipersensibilità soggettiva nei confronti dei componenti.

Come per qualsiasi altro integratore, ne è sconsigliata l'assunzione per i bambini e per le donne in gravidanza.

Bisogna inoltre fare attenzione quando si acquistano prodotti a base di caffè verde, soprattutto se in capsule o pillole, in quanto questi possono contenere altri principi attivi o eccipienti poco tollerati. Non è sicuramente il caso della nostra linea VerdeCaffèdato che la sua composizione è ottenuta dal solo caffè verde macinato, con l'aggiunta di spezie naturali essiccate nel caso di VerdeMomo e VerdeVanilla.

Fonte: Benessere 360, Greenstyle

Schermata 2015-11-04 alle 14.59.27

 

 

 

  • dicembre: 2017
    L M M G V S D
    « Giu    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031